Controllo assenteismo

L’accertamento di assenza ingiustificata (documentata) potrebbe essere causa di licenziamento per giusta causa.

Che Cosa Significa Assenteismo?

Con il termine assenteismo, in ambito lavorativo, si intende un fenomeno sociologico collegato strettamente al comportamento sia dei singoli lavoratori che delle imprese, sia alle condizioni di lavoro complessive. Si definisce pertanto assenteismo, ai fini di un licenziamento o recesso unilaterale del rapporto di lavoro, l’incapacità lavorativa temporanea, prolungata o permanente risultante da malattia o infermità.

Assenteismo dal Lavoro

Il cosi detto “assenteismo dal lavoro” si manifesta generalmente con le seguenti modalità:

  • Dipendente che fa un uso sostenuto o eccessivo di permessi retribuiti
  • Dipendente che ricorre in modo sistematico a permessi per malattia
  • Dipendente che richiede periodi di aspettativa per motivi personali
  • Dipendente che, assente dal lavoro, si fa “coprire” da altri colleghi l’assenza
  • Dipendente che fa assenze non giustificate dal posto di lavoro
  • Dipendente sistematicamente in ritardo, mai puntuale e non rispettoso dell’orario minimo di lavoro.

Si evidenzia anche che l’assenza dal lavoro di un dipendente per ragioni sindacali, quali le assemblee autorizzate e gli scioperi (di norma non retribuiti), non sono da considerarsi casi di assenteismo. 

Accertamento dell’Assenteismo dal Lavoro

In alcuni casi, quando le aziende si insospettiscono per via del reiterato assenteismo da parte del dipendente, possono richiedere ad agenzie specializzate delle investigazioni al fine di verificare se il lavoratore abbia un doppio lavoro, effettui false timbrature del cartellino, violi il patto di non concorrenza o utilizzi in modo scorretto i permessi. 

Fonte: Lance Legal Network – www.licenziamentogiustacausa.it